La Regina del Poker vale 20.000 CHF

C'è grande attesa per la prima assoluta del format della Notte della Regina che farà il suo esordio al Casinò di Lugano dal 20 al 22 luglio con un montepremi garantito di 20.000 CHF e un buy-in di 150 CHF. Il torneo si sviluppa su 3 day1: il primo è venerdì 20 alle ore 21, gli altri due sono sabato rispettivamente alle 15 e alle 21. Lo starting stack è di 40.000 chips e i livelli da 30 minuti. I chipleader dei rispettivi Day1 vincono un pacchetto per la crociera della Regina del Poker sulla MSC Fantasia dal 21 al 28 ottobre. La rotta della crociera sul Mediteranneo comprende tappe come Cannes, Barcellona, Palma di Maiorca, Ajaccio, Civitavecchia e La Spezia. In caso di arrivo a pari merito di uno o più chipleader sarà premiato il primo iscritto in ordine di tempo. Nel Day2 in programma domenica alle 15 i livelli diventano da 45 minuti. I finalisti della Notte della Regina avranno le Stelle di Lugano doppie e anche il vincitore avrà diritto a un pacchetto per la Crociera di ottobre. Il week end della Notte della Regina comincerà alle ore 20 del venerdì con la sfilata delle aspiranti "regine" del Poker. Infatti dalle 20 alle 21 ci sarà la selezione delle partecipanti alla 7' edizione che eleggerà la Regina del Poker 2019 proprio durante la crociera.

Come detto il buy-in è di 150 CHF, ma c'è la possibilità di giocarlo anche con soli 30 CHF. Infatti tutti i giorni fino al 21 luglio alle 19.30 si svolge un satellite da soli 30 CHF con in palio un ticket garantito e al giovedì alle 21 satelliti speciali con addirittura 3 ticket garantiti sempre con 30 CHF di iscrizione.

Ecco l'intervista che durante SCOP 3 ha presentato questa partnership tra la Poker Room del Casinò di Lugano e la Regina del Poker. Al microfono di Filippo Giorgi ci sono il patron della Regina del Poker Donato D'Elia e la Regina 2017 attualmente "in carica" Adelaide Sala. Saranno entrambi presenti durante la sfilata delle aspiranti modelle che saranno valutate da una giuria composta da dirigenti del Casinò e giudici internazionali.

I commenti sono chiusi